Eventi

Search Our Site

festival vino collisioni 2016

Tenuta San Pietro partecipa a Collisioni 2016: il Festival AgriRock Barolo

Dal 14 al

16 luglio 2016

Barolo

Letteratura, cultura, musica e vino, la formula vincente che da anni accompagna il successo di Collisioni, il festival Agrirock che dal 14 al 18 luglio 2016 si svolgerà a Barolo.
La stessa formula che condivide, sostiene e promuove anche l’azienda Tenuta San Pietro di Tassarolo attraverso la produzione dei suoi vini biologici e biodinamici.

“Da anni siamo impegnati nella produzione biologica e biodinamica dei vini, e questa filosofia di rispetto della natura e dei suoi cicli di vita, ci guida verso una visione sempre più attenta e consapevole della realtà in cui viviamo, comprese le sue forme artistiche più alte come quelle che Collisioni ogni anno propone.“ Corrado Alota titolare della Tenuta San Pietro “ Abbiamo deciso di partecipare al Progetto Vino, perché crediamo che i nostri vini ben si inseriscano in un progetto così importante di respiro internazionale volto alla promozione del territorio e delle sue eccellenze. I nostri vini saranno i portavoce dell’etica sulla quale abbiamo edificato con tenacia e sacrificio la nostra cantina e speriamo che meglio di noi, possano raccontare la storia millenaria dei nostri vigneti ed i nostri progetti futuri.”

Il piccolo paese delle Langhe, visto il successo delle edizioni precedenti, anche quest’anno si trasforma per un week end in un luogo internazionale di incontri dedicati al vino con un progetto curato nei minimi dettagli dal Creative Wine Director di Collisioni, il giornalista Ian D’Agata.
Ian D’Agata, che è altresì direttore scientifico del Vinitaly, ha selezionato per il festival una rosa di critici giornalisti, importatori, buyer provenienti da tutto il mondo, con una particolare attenzione al mercato Usa, da sempre importante per il nostro mercato, e per quei paesi emergenti come la Cina e la Corea.

Tenuta San Pietro, tra i main sponsor del Progetto Vino, porterà in degustazione vini “vivi”, prodotti da piante che crescono su terreni “sani e vitali”, lavorati secondo i criteri dell’antroposofia di Rudolf Steiner. Le vigne sono trattate solo con composti che si producono direttamente nelle campagne della Tenuta San Pietro, nessun composto chimico né in campagna né in cantina.

“Crediamo fortemente nella coltivazione biologica e biodinamica, definiamo i nostri vini “originali” perché esprimono una vera tipicità, data dalla terra e dal vitigno cui appartengono. Sono vini “sani” e “ salubri” nel loro significato più profondo. “

Giusi Cabella responsabile della Tenuta San Pietro:
”Abbiamo grande cura dell’ambiente dove produciamo, lavoriamo e soprattutto dove viviamo. Non si può più pensare di continuare a depredare e a rendere sempre più sterile la Terra, è ora di restituire quello che ci è stato dato. In vino ethica” .

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna